Home VERDURE Zucca verde in umido e “Mascuotto”

Zucca verde in umido e “Mascuotto”

by Donatella Simeone

 

Zucca verde in umido e “Mascuotto”

Piatto Wald e Pentola in ghisa Le Creuset 

Dopo un piatto “incerto” tra il dolce e salato,qualcosa di estremamente semplice e classico. Dalle mie parti si chiama “La cucozza di barracca” perchè crescendo si arrampica su capanne,porticati o “barracche” (i ripostigli dei contadini per gli arnesi da lavoro) Qualcuno la chiama semplicemente zucca verde lunga,mentre in Sicilia la chiamano zucca serpente proprio per la sua forma. In ogni caso quando ne ho una non scappa,questo piatto me lo preparo sempre… è un piatto classico della mia zona,c’è chi però a fine cottura aggiunge l’uovo sbattuto,io preferisco mangiarla così semplice,povera,con pochi ingredienti ma con tanto pane Cafone!

Da voi invece come si chiama questa zucca? E come la preparate?

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

1 ZUCCA (2 se piccole)

1/2 KD DI POMODORINI DI COLLINA MATURI

1 CIPOLLA

1 PEPERONCINO (facoltativo)

OLIO EVO E SALE q.b

PROCEDIMENTO:

Pelate la zucca,tagliatela a metà nel senso della lunghezza e se al suo interno c’è troppa “spugna” eliminatela con l’aiuto di un coltello,dopo di chè tagliate la zucca a dadini

Dopo aver lavato i pomodorini,tagliateli a metà e premeteli per far uscire i semini ( Mi raccomando non buttate questi preziosi semini)

In una pentola (io ho usato Le Creuset le uso sempre nelle cotture lunghe) fate rosolare la cipolla con un filo d’olio e il peperoncino.

Aggiungete la zucca tagliata a dadini e lasciate rosolare per qualche minuto.

Unite anche i pomodorini tagliati senza il loro succo,salate,aggiungete un bicchiere d’acqua calda (o brodo vegetale) coprite la pentola con il coperchio e fate cuocere lentamente,a fiamma bassa per circa 30 minuti

Controllate la cottura perchè varia a secondo della grandezza della zucca!

Volendo a fine cottura subito dopo aver spento la fiamma aggiungete un paio d’uova sbattute  con del parmigiano e del pepe,mescolate e servite calda.

Zucca verde in umido e “Mascuotto”

Cosa farne dei semini? Siccome non è periodo per piantarli ce li mangiamo!

Io li mangio così,condisco i semini con olio,sale e origano

Zucca verde in umido

e dopo ci inzuppo il “Mascuotto” vabbè se non conoscete il Mascuotto potete sempre sostituire con le classiche freselle 😉

Zucca verde in umido

Facebook Comments

You may also like

23 comments

Graphic Emotions 9 Settembre 2011 - 8:51

Oh ma buongiorno Donatella, ben ritrovata..
Decisamente interessante cm zuppa!

:: Finito le ferie? 🙂

Reply
Donatella 9 Settembre 2011 - 8:53

@ Graphic Emotions
Si Carola le ferie sono finite 🙁 e te sei andata via?

Reply
Ely 9 Settembre 2011 - 9:53

buona buona buona!!! questa te la copio! benritrovata e un bacione!!!

Reply
imma 9 Settembre 2011 - 10:16

Una zuppa davvero saporita Dona mi piacciono anche i colori peccato non sentirne il profumo!!!bacioni Imma

Reply
chiara 9 Settembre 2011 - 10:27

sono strafelice per questo post!!!!
per questa preziosa ricetta!!!!!!
da piccolina adoravo questa zucca!!!
mia nonna me la preparava sempre!!
ma dalle mie parti non la trovo facilmente…
la scorsa primavera ho trovati i semi, e
ho le zucche lunghe…nn so come si chiama dalle mie parti:)
l’ho raccolta qualche giorno fa…mi mancava la ricetta
eccola!!!! proprio come la preparava mia nonna!! lei aggiungeva
le uova
io la preparerò semplice
grazieeeeeee!!!!!!

Reply
Isabella 9 Settembre 2011 - 10:46

Dalle “mie” parti (pensa a che varietà di linguaggio in pochi chilometri!) si chiama semplicemente “Cucuzzella”… E io la odiavo! 😀 (le zucche in genere, fino a non molto tempo fa…)
Ora non lo so, ma dal momento che da qualche anno a questa parte mi sono innamorata della zucca gialla (come cambiano i gusti!), magari faccio pace anche con questa 😉
Scusa Donatè, ma il pane biscottato non è “Vascuotto”, con la V? Ossia, sempre da me, si dice così…sarà un’altra variante da città a città… 🙂
Comunque…cercavo giusto un’idea vegetariana per stasera, se la trovo la faccio! 😀

Reply
Donatella 9 Settembre 2011 - 10:56

@ Chiara
Sono davvero contenta delle tue parole,spero che la ricetta semmai la provi,ti ricordi ancora di più la tua nonna!

@ Isabella
I miei suoceri lo chiamano Mascuotto io sempre con la V come dici tu,così stamattina nel dubio ho fatto una ricerca su internet e pare proprio che mi chiama Mascuotto… 🙂 Ma hai ragione come cambia il linguaggio,la cucuzzella per noi racchiude un pò tutti i tipi di zucca e anche questa,magari per rendergli un pò più carino il nome 🙁 Dai che se hai fatto pace con quella gialla figurati con questa!!! Buona ricerca…

Reply
marifra79 9 Settembre 2011 - 11:14

A tutto l’aspetto di essere eccezionale! Un abbraccio e buon fine settimana

Reply
chiara 9 Settembre 2011 - 14:34

provata!!!!
ottimo risultatooooo!!!!! un sapore deliziosissimo!!!
io l’ho gustata aggiundendo una grattugiata
di ricotta salata ( ricotta “tosta” come la chiamava nonna)
grazieeeeeee!!!!!!

Reply
Donatella 9 Settembre 2011 - 18:24

@ Chiara
Ma sei un fulmine! Sono contenta che ti sia piaciuta,hai fatto bene ad aggiungere la ricotta “tosta” ha sicuramente quel tocco in più!
Un abbraccio!

Reply
Milen@ 9 Settembre 2011 - 22:55

Io non potrei farne a meno ed è un must delle cene estive 😀
Da noi si chiama “cucuzza longa” ….
La preparo anche ricavandone degli anelli e friggendoli (da me trovi la ricetta)………..

Reply
pagnottella 11 Settembre 2011 - 13:09

Non credo di aver mai visto questa zucchetta verde :)…mi hai messo una curiosità…
Che meraviglia il tuo pane cafone!!!
Bacioni

Reply
Acky 11 Settembre 2011 - 17:22

Ma stiamo parlando della altresì detta cucuzza lunga? Penso proprio di sì! Torno dalla sicilia e mi pento di non essermene caricate un paio in macchina, per lungo come due sci…Come trovarla a Roma? Intanto mi gusto la tua, curiosa l’idea dei semini! A presto

Reply
Lucia 11 Settembre 2011 - 19:42

Sai che non ho capito che tipo di zucca è? Dev’essere molto grande, se per quattro persone ne basta una! Comunque una cosa è certa: dev’essere buonissima! Accompagnata dal pane cafone, poi… Fossero tutti così, i cafoni! 😀

Reply
Donatella 12 Settembre 2011 - 0:08

@ Milena
Adoro questi “fritti” particolari,vengo a dare una sbirciatina,anche se dovrei essere a dieta 🙁

@ Pagnottella Lucia
Nella prima foto del procedimento si vede che tipo di zucca è.. magari dalle vostre parti si chiama diversamente…

@ Acky
Ad ogni costo dovevi portarla! Possibile che in una città grande come Roma non ci sia la “cucozza” altrimenti per il prossimo anno puoi piantarla sul terrazzo! 🙂

Reply
Symposion 12 Settembre 2011 - 21:35

la zucca verde lo ammetto non mi fa impazzire, ma la zuppa non è male
azzuppare il mascuotto ah ah ah

Reply
twostella 12 Settembre 2011 - 23:20

Ma adesso mi rimane la curiosità …che cosa è il Mascuotto?

Reply
Donatella 13 Settembre 2011 - 14:31

@ Twostella
Il “mascuotto” non è altro che un pezzo di pane “biscottato” delle mega freselle diciamo così… Cosa facciamo uno scambio di merci? Tu mi dai il gomasio e io ti do i Mascuotti :-))

Reply
kiarina 14 Settembre 2011 - 16:46

Nemmeno io sapevo cos’era il Mascuotto! C’è sempre da imparare!!!! Deliziosa questa zuppa di stagione! Brava Dona come sempre! Bacione cara, sei la mia fotografa preferita! 🙂

Reply
vale 14 Settembre 2011 - 18:20

complimenti per il blog… che idea simpatica e utile quella dei semini!
corro a cercare una zucca verde 😉
vale

Reply
Donatella 14 Settembre 2011 - 22:42

@ Kiarina
Sai che così mi fai emozionare 😉

@ Vale
Grazie per i complimenti 🙂 A presto

Reply
ida 7 Ottobre 2011 - 11:30

da noi si chi9amano semplicemente zucchine un saluto

Reply
lucia 2 Settembre 2012 - 16:32

dalle mie parti si chiama ” cucuzze e longe” per via della lunghezza. ora vivo fuori e purtroppo è dificile trovarla nei supermercati. Mia mamma la cucina come descritta in questa ricetta omettendo l’uovo che sinceramente la rende un pò pesante. Ma quando mi capita di mangiarla ( in ferie da mia mamma) l’apprezzo sempre

Reply

Lascia un commento