Japanese cotton cheesecake

by Donatella Simeone

Japanese cotton cheesecake

Dal nostro,quasi,ultimo viaggio,non potevo non portarmi una valanga di ricette da provare… questa è stata una delle prime che ho provato non appena l’aereo ha toccato terra. Una delle cose che più mi ricorda N.Y sono le cheesecake ma quelle che ho preferito sono queste,tanto è vero che mi sono fermata in una pasticceria Japanese perchè sono rimasta davvero allibita dalle quantità di cheesecake che avevano in vetrina!  Potevo mai farmela mancare una volta a casa? Impossibile,anche perchè è così deliziosa e leggera che non ci si sente neanche troppo in colpa…. e poi “cotton cheesecake” dice già tutto sulla sofficità… infine ho servito con una generosa dose di caramello Toschi,pronto e ottimo in ogni momento!

Ormai è già passato un pò da quando l’ho preparata direi giusto il tempo per prepararne un’altra…

Sia in rete che sui giornali presi a N.Y. riportano ogni volta quasi la stessa ricetta,credo che per questo motivo si avvicini molto a quella originale.

INGREDIENTI:

250 GR DI CREMA DI FORMAGGIO (Tipo philadelphia)

50 GR DI BURRO

100 ML DI LATTE FRESCO INTERO

6 UOVA

140 DI ZUCCHERO GRANULATO FINE ( Io ho portato a 160 gr)

20 GR DI MAIZENA

60 GR DI FARINA

1 CUCCHIAINO DI SUCCO DI LIMONE

1 SCORZA DI LIMONE

UN PIZZICO DI SALE

1/4 DI CUCCHIAINO DI CREMOR TARTARO

Per servire:

Caramello Toschi

PREPARAZIONE:

Riscaldate il forno a: 175° e portate a bollore un pentolino con dell’acqua (circa 1 litro e mezzo) che vi servirà per la cottura del dolce.

In un pentolino a bagnomaria,unite il latte con il formaggio e fate fondere finchè non diventi una crema omogenea. Non appena è fusa raffreddate la ciotola in un bagno di acqua fredda.

Unite il burro sciolto alla crema di formaggio e mescolate.

Trasferite la crema in una ciotola capiente,unite i tuorli (tenendo da parte i bianchi) e mescolate con una frusta.

Unite prima metà dello zucchero e poi pian piano le farine miscelate e setacciate con il pizzico di sale,lavorate a mano con una frusta cercando di non far venire i grumi con la farina.

Montate a neve gli albumi con l’altra metà di zucchero e il cremor tartaro.

Unite i bianchi montati lavorando dal basso verso l’alto al composto precedente.

Versate in una teglia da 22 cm (io ho usato lo stampo a cerniera della Guardini foderando il fondo con carta da forno e per le pareti ho provveduto ad imburrare e infarinare)

A questo punto versate l’acqua bollente nella teglia del forno e adagiate lo stampo con la torta sopra l’acqua,deve galleggiare,altrimenti con il calore se c’è poca acqua evapora e non arriva fino alla fine della cottura della torta.

IMPORTANTE:Se usate uno stampo a cerniera abbiate l’accortezza di foderare con la carta alluminio l’esterno per evitare che l’acqua penetri all’interno!

Infornate e lasciate cuocere per 1 ora e 10 minuti,senza aprire lo sportello!!!

A cottura ultimata,lasciate raffreddare in frigo tutta la notte,possibilmente a testa in giù,altrimenti tenderà ad abbassarsi.

La torta va servita rigorosamente fredda di frigo.

 

 

Facebook Comments

You may also like

28 comments

Milena 29 Ottobre 2010 - 8:22

E’ un dolce squisito che a seconda della salsina con cui viene servito, tira fuori una personalità diversa 🙂

Reply
Federica 29 Ottobre 2010 - 8:26

Una delizia di torta e un amore di presentazione. Non so che darei per quel set piatti e posate. ovvio che se nel piattino c’è anche la fetta…MOOOOOOOLTO MEGLIO! Ma tutta la notte a testa in giù non rischia di staccarsi dallo stampo?
Un abbraccio e buon week end

Reply
Donatella 29 Ottobre 2010 - 8:43

@ Federica

Ciao Fede,in effetti si stacca,quindi è meglio giocare di anticipo… Io l’ho messa a testa in giù,ma sotto ho messo un piatto da portata in modo che qualora si staccasse sarebbe rimasta già nel piatto… (la distanza tra il piatto e la torta era di qualche centimetro!)

Buon week anche a te!

Reply
marifra79 29 Ottobre 2010 - 9:21

A testa in giù?Interessante dritta! Carinissima la presentazione e che bello piatto e posata!Un abbraccio cara Donatella e buon fine settimana

Reply
Ely 29 Ottobre 2010 - 9:31

splendida questa ricetta a quest’ora poi viene una voglia di addentarla…. buona giornata! Ely

Reply
ivy phoenix 29 Ottobre 2010 - 10:04

ricetta salvata!
ottimi i link di riferimento che lasci nel post… magari se ne mettevi anche uno su quel misterioso cremor tartaro 😉
ciao donatella

Reply
Francesca-Acquolina 29 Ottobre 2010 - 10:19

è una torta che ho “incontrato” di recente ma che ho amato subito, buonissima!
Ciao!

Reply
alLoryInCucina 29 Ottobre 2010 - 10:57

Mamma mia come mi attira questo dolce… da provare assolutamente!!!

Reply
simo 29 Ottobre 2010 - 12:24

Ha un aspetto magnifico…da sciogliersi in bocca, mmmmmmmmmm…………..!
Buonissimo e dolcissimo fine settimana, baci!

Reply
Mr.Loto 29 Ottobre 2010 - 12:55

Mi sembra ottima! Complimenti anche per le foto con le quali completi sempre le tue ricette.
Un saluto.

Reply
pagnottella 29 Ottobre 2010 - 13:01

Che nuvola! Che voglia di provare a realizzarla, segno…vedrò
Baci e buon fine settimana!

Reply
Wennycara 29 Ottobre 2010 - 15:04

Che bella… prima o poi supererò il trauma delle *6 uova* e lo preparerò!
Buon fine settimana,

wenny

Reply
Graphic Emotions 29 Ottobre 2010 - 15:21

Donatella..

omamamia e chi esce di qui? La sto divorando sl a guardarla 🙂

:: Grazie delle tue bellissime parole nel mio sito

Un abbraccio immenso

Reply
Fabiana 29 Ottobre 2010 - 16:17

Ciao Donatella.. questa torta mi ha davvero colpita… è da un po’ che vedo nei vari blog simili meraviglie… davanti alla tua fetta non ho resistito.. la devo fare.. un bacio

Reply
Chiara 29 Ottobre 2010 - 16:42

ha un aspetto sublime, forse metà non mi basterebbe….se mi sentisse la dietologa credo mi rincorrerebbe con la scopa…Un abbraccio!

Reply
Nadia 29 Ottobre 2010 - 19:09

iahooooooooooo 1,000000 di visitatori complimenti!!!!!!!!!!!!!!
Tanti auguroni x il tuo blog cara Donatella!Un in bocca al lupo non ti serve( anche se non guasta mai ) tanto il blog va che è una meraviglia ma forse sei più tu con i tuoi piccoli racconti personale che dai un pò di te a tutti noi che rende questo blog cosi speciale ! Brava

Reply
lisa 29 Ottobre 2010 - 20:23

Complimenti per le tue ricette e per le foto pubblicate!!!!!!

Reply
concreto 30 Ottobre 2010 - 9:48

Concordo in pieno con Nadia, non sono le ricette ad attirare i visitatori perchè diciamolo pure, non è che siano sto granchè. Manca ancora parecchio lavoro, ma sono certa che riuscirai. E’ il contesto a far focalizzare la curiosità.
Esporre le immagini è un richiamo, difatti se sono lì ci sarà un motivo.
E brava !!!
Tu si che hai capito come funziona un blog food.
Se sei fornita di pazienza e auto critica accetterai la mia senza offenderti ma lo farai con auto ironia. Bisogna anche saper ridere di sè nella vita.
Un saluto insieme ai miei complimenti.

Reply
Graphic Emotions 30 Ottobre 2010 - 19:46

Ciao ( concreto )
scusami se mi permetto Donatella..

Scrivi che le ricette nn sn un granchè 🙁

Sai e qst è sl un ( mio pensiero )

Entrando qui

è quell’immediatezza delle ricette

la maggior parte delle persone NON
ha in cucina * gli accessori * di Donatella

tutte ( per quelle che ho provato )

tutte eseguibili anche cn gli utensili che aveva la nonna

ovvio cn tempi più lunghi, ma tanto olio di gomito..

Sai cosa rende qst blog accattivante
oltre alla ricettain se..

è quel particolare in più per la serie * vedo nn ti vedo * nelle foto

è il dettaglio che completa sempre

la raffinatezza

la delicatezza

la freschezza

in qst scatti…

in qst blog

ho trovato tutto ciò

Il modo di presentarsi di Donatella

cn tanta umiltà e spontaneità e grande amore per il cibo
cn tt la passione che mette nel suo lavoro

riuscendo a spronare anche chi nn ha voglia di cucinare

Reply
Donatella 31 Ottobre 2010 - 18:24

Grazie a tutti, ma grazie sopratutto a chi si e’ accorto che il contavisite ha superato la soglia del milione di visitatori,e’ grazie ai vostri commenti che me ne sono accorta! Soprattutto a Nadia che mi sa che e’ stata lei a far scattare il numero… Grazie per le vostre bellissime parole e grazie a Carola (graphicemotions) che mi riempie sempre di gentilezze! Ma ha ragione Concreto devo migliorare ancora,nella vita,qualsiasi cosa si faccia sono del parere che si debba sempre cercare di migliorare! Se l’ho fatto in questi quasi due anni non di certo voglio fermarmi,anzi,continuerò a farlo come dice Carola,con umiltà,spontaneità e amore per il cibo,perche’ sono queste le parole che piu’ mi rappresentano… ma sempre con il vostro sostegno! Scusate se non vi rispondo uno ad uno ma ho problemi con la connessione e per alcuni giorni saro’ un po "assente" ma non assentatevi anche voi,per fortuna ho programmato qualche post. Grazie di cuore, Donatella

Reply
Graphic Emotions 30 Ottobre 2010 - 19:49

Ooops Donatella
complimenti per le oltre 1.000.000 di visite

te le meriti tutte 🙂

Reply
chiara 4 Novembre 2010 - 12:37

aaaaaaaaaaah!!!! Ecco una delle mie torte preferite, splendida Dona, ti è venuta da dio! Un assaggio per il nostro viaggio primaverile 😉

Reply
Ancutza 6 Novembre 2010 - 16:13

Buona buona, ti prendo una fetta:).

Reply
Donatella 7 Novembre 2010 - 14:28

@ Ivy

Grazie per essere passata,il cremor tartaro di solito lo trovi al super nello scaffale dove trovi i lieviti per i dolci!

Donatella

Reply
Kalin 18 Luglio 2011 - 18:19

Great thinking! That rlaley breaks the mold!

Reply
floridamoldinspector.org 15 Aprile 2012 - 20:06

When someone writes an paragraph he/she maintains the plan of
a user in his/her brain that how a user can be aware of
it. Thus that’s why this paragraph is great. Thanks!

Reply
Valentina 12 Maggio 2013 - 7:54

Ciao donatella, ho fatto questo dolce e…non appena tirato fuori dal forno, mi si è abbassato diventando una sottiletta!
Puoi aiutarmi a capire dove ho sbagliato?
Grazie mille

Reply
Donatella 12 Maggio 2013 - 9:36

@ Valentina,
Ciao, la complessità di questo dolce sta proprio nel fatto di non farlo abbassare, il trucco è quello (scritto anche nella descrizione) di capovolgerlo non appena esce dal forno e di farlo raffreddare completamente a testa in giù… Hai eseguito questo passaggio?

Donatella

Reply

Lascia un commento